Dizionario minimo
della Shoah

21/01/2015

Shoah: genocidio degli Ebrei, per la volontà di estirpare dal mondo un popolo intero. Non per sfruttarlo, non per sottometterlo, non per conquistarne il territorio, non per obbligarlo alla conversione: soltanto per far scomparire dalla terra un popolo considerato superfluo o nocivo. Come si fa con i bacilli, in modo tecnico e burocratico. Da non confondere con nessun’altra strage, con nessun altro sterminio (vedi più avanti la voce ‘Burocratizzazione’). Tra il 1939 e il 1945 portò alla morte 5-6 milioni di persone classificate come ebree: due terzi degli Ebrei d’Europa, il 40% degli Ebrei del mondo”.

Clicca qui per vedere i video.

 

Antisemitismo: avversione per gli Ebrei, che si nutre di una problematica demonologica, per cui gli Ebrei sarebbero gli agenti del Male nel mondo, che complottano nell’ombra per far vincere il Male contro il Bene. Tale credenza risponde a bisogni inconsci e cristallizza emozioni basate sulla paura, che cercano soluzione nell’identificazione e nell’eliminazione del ‘colpevole’ (clicca qui per vedere il video ‘Il capro espiatorio’). Non avendo radice nella conoscenza degli Ebrei reali, è un fantasma che si alimenta soprattutto nei territori in cui gli Ebrei sono poco numerosi e vivono separati.

Clicca qui per vedere i video.

 

Antigiudaismo: avversione dei Cristiani per gli Ebrei, in quanto appartenenti al popolo che ha dato a Gesù Cristo la vita, la cultura e la fede, ma non ne riconosce la natura divina. Per questo i Cristiani considerano gli Ebrei accecati dal demonio. È la radice storica e ideologica dell’antisemitismo, ma se ne  distingue in quanto mira alla conversione degli Ebrei, più che alla loro distruzione.

Clicca qui per vedere il video.

 

Razzismo: dottrina politica e pseudo-scientifica usata sempre per giustificare l’oppressione di altri popoli, basata su quattro principi:

-          che le persone ereditano per via biologica tutte le loro caratteristiche, incluso il carattere, l’intelligenza, la moralità;

-          che le persone appartenenti a un popolo con una storia comune hanno caratteristiche in comune, diverse da quelle di altri popoli;

-          che le caratteristiche dei popoli non cambiano nel tempo;

-          che esiste una gerarchia naturale, perennemente rinnovata dall’ereditarietà biologica, fra i diversi popoli, per cui i popoli ‘migliori’ debbono dominare i popoli ‘inferiori’

Fu la dottrina chiave del nazismo, insieme all’antisemitismo, ma fu largamente accettata e praticata anche da altri popoli Europei nella storia.

 

Nazismo: contrazione di nazional-socialismo. Dottrina che voleva coniugare nazionalismo e socialismo, ma soltanto per il popolo tedesco, considerato razza superiore e dominatrice, destinata a sottomettere le altre razze per usarle come mano d’opera per l’impero tedesco. Secondo i nazisti l’impero tedesco (Reich) avrebbe realizzato il regno millenario del Bene profetizzato nell’Apocalisse (clicca qui per vedere il video sul millenarismo), dopo aver eliminato totalmente la ‘razza’ ebraica, considerata rappresentante del Male nel mondo, secondo la tradizione antisemita europea.

Clicca qui per vedere il video.

 

Eugenetica: pratica medica originata dal razzismo, che considera necessario eliminare dalle razze umane i portatori di ‘tare’, cioè di malattie incurabili, per migliorare l’umanità. L’eugenetica fu ampiamente adottata e praticata da quasi tutti gli stati occidentali nei primi decenni del XX secolo, per lo più nella forma che impediva alle persone malate di aver figli. Il regime nazista la praticò in forma più estrema, uccidendo circa 70000 malati.

 

Giorno della Memoria: il 27 gennaio, giorno in cui le truppe sovietiche liberarono Auschwitz nel 1945. Gli vengono dedicate cerimonie di commemorazione, spesso retoriche e superficiali, ma sarebbe l’occasione per ricordare che fu una certa cultura e una certa pratica politica dei popoli e degli stati europei, in particolar modo della Germania nazista, a causare la guerra, il genocidio degli Ebrei, i massacri di varie popolazioni, la distruzione d’Europa.

 

Testimoni: sono i sopravvissuti agli eventi dell’epoca, appartenenti al gruppo delle vittime o a quello dei persecutori. Le loro storie personali ci aiutano a capire le molteplici facce della realtà del tempo, le conseguenze di quegli avvenimenti sulle persone, la radice di diverse posizioni politiche odierne.

 

Assassini genocidari: i milioni di persone che parteciparono all’organizzazione e all’esecuzione dello sterminio con ruoli tecnici o burocratici (clicca qui per vedere il video sul linguaggio delle ideologie assassine), o partecipando fisicamente ai massacri. Tendiamo a demonizzarli, ma erano persone come noi, incapaci, come potrebbero essere tanti di noi, di capire il male, di rifiutarsi all’obbedienza. Incapaci di pensiero critico.

Clicca qui per vedere il video.

 

Fascismo: dottrina e pratica politica affermatasi in molti paesi d’Europa fra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, basata sul nazionalismo estremo, sul rifiuto dei metodi democratici, sulla manipolazione psicologica delle masse (clicca qui per vedere il video sulla psicologia delle masse) per creare consenso attorno a un capo e al suo ristretto gruppo di collaboratori.

 

Burocratizzazione: metodo di gestione del potere e del lavoro, che traduce ogni progetto in una serie di passaggi tecnici, di singole operazioni ripetitive da compiere, di singoli moduli da aggiornare, in modo da coinvolgere  grandi gruppi di persone, nessuna delle quali ha la responsabilità del progetto stesso e dei suoi risultati, ma soltanto di una piccola frazione. Permette di realizzare grandi progetti utilizzando il contributo di qualunque tipo di persona. Permette anche alle persone di partecipare al progetto senza sentirsene affatto responsabili. È il metodo che permise anche orrendi stermini organizzati  su larga scala nella ‘civilissima’ Europa del XX secolo. 

Prosegui con:

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.