La Cina sostiene i ribelli in Myanmar!

25/11/2016

In Myanmar i gruppi etnici minoritari hanno proprie milizie di difesa, che spesso si contrappongono all’esercito del governo centrale. Vaste zone del paese sono perciò frequentemente in preda alla guerra civile, il che ostacola lo sviluppo economico e in particolare la costruzione di infrastrutture di comunicazione e di trasporto che interessano soprattutto alla Cina per aprire un corridoio di trasporti direttamente fra il sud-ovest della Cina e l’Oceano Indiano.

Recentemente è in piena ribellione la minoranza cinese del nord del Myanmar, ma la cosa più sorprendente è che la Cina sta permettendo la raccolta pubblica di denaro per sostenere la ribellione, segno che il governo cinese ha deciso di assumere un atteggiamento di intervento diretto negli affari interni del Myanmar. Questo non potrà che accrescere i timori degli altri paesi del Sud Est Asiatico nei confronti dell’espansionismo cinese. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.