Piccola guerra commerciale della Cina contro la Corea

11/02/2017

Gli Stati Uniti hanno raggiunto un accordo con il governo di Seul per posizionare una batteria THAAD (Terminal High Altitude Area Defense), cioè un intercettatore di missili intercontinentali, nella Corea del Sud. I Cinesi temono che sia l’inizio di una collaborazione difensiva e militare più intensa fra i due paesi e prendono misure ricattatorie in campo economico, nella speranza di far desistere la Corea dall’accordo. L’azienda presa di mira da Pechino è la Lotte, cui è stato ritirato il permesso di costruzione di un parco di divertimenti con annesso centro commerciale a Shenyang e che ha anche dovuto chiudere tre grandi magazzini nell’area di Pechino. La Lotte ha un accordo con il governo coreano per cedere il terreno su cui dovrà essere posizionata la batteria THAAD, per questo è stata identificata come oggetto specifico della ‘punizione’ cinese. Lotte in China ha 99 grandi magazzini e 16 supermercati che danno lavoro a 26000 persone.

Il governo cinese ha anche annullato concerti e scambi culturali, ha preso provvedimenti per ostacolare i viaggi dei Cinesi in Corea e ha ventilato possibili azioni anche contro la Samsung in Cina. Il governo coreano ha risposto facendo informalmente sapere che sta considerando possibili misure anti-dumping sulle importazioni dalla Cina… Sembra profilarsi una guerra commerciale. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.