Eros e l’amore per l’Italia

25/09/2017

Eros ebbe grande importanza nella vita di Susie, benché i due non si siano mai incontrati. Eros e l’Italia sono entrati nella vita di Susie attraverso i racconti della madre, che fecero nascere in lei la sensazione che l’Italia fosse la terra della dolcezza, dell’amore e della pienezza di vita. 

La madre di Susie era di Vienna e da giovane, prima che scoppiasse la guerra, passava le vacanze in Italia, a Rimini o Riccione. Qui conobbe un bel ragazzo italiano di nome Eros, studente in medicina, e se ne innamorò. La famiglia non vedeva di buon occhio l’amore con un non ebreo, di tradizioni diverse. La ragazza si rassegnò e più tardi, accantonato il ricordo di Eros, sposò il padre di Susanna, medico ebreo originario di Chernowitz, colto e poliglotta, venuto a Vienna per specializzarsi in ginecologia. Dopo le nozze andò a vivere con il marito a Bucarest. 

Tuttavia la madre di Susie non ruppe mai i contatti epistolari con Eros e quando in Austria iniziarono le persecuzioni degli Ebrei, subito dopo l’annessione dell’Austria alla Germania nazista, si rivolse a lui per salvare la famiglia rimasta a Vienna, in particolare la sorella Eleonora. 

Organizzarono così la fuga della sorella da Vienna verso l’Italia, dove Eros le trovò lavoro come cameriera e le procurò documenti falsi. Più tardi il giovane riuscì a farla imbarcare sull’ultima nave diretta in Gran Bretagna prima dello scoppio della guerra. Così la sorella della madre di Susie si salvò. Morì pochi anni più tardi, durante un bombardamento. I suoi genitori, nonni di Susie, non riuscirono a salvarsi: vennero deportati e uccisi nel 1942.

La madre raccontò spesso ai figli − Susie e il fratello − la storia di Eros, ricordandolo con grande stima e affetto, dando loro l’immagine dell’Italia come un paese-rifugio dove la vita è protetta e dolce. Non a caso oggi sia Susie sia suo fratello hanno scelto di venire a vivere in Italia. 

 

 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.