La Serbia
torna alla politica estera.

27/04/2009

Il 24 agosto 2009  il presidente serbo Boris Tadic  ha concluso una  lunga visita di stato in Cina,  dove  ha concluso un accordo di  cooperazione  economica e  ha rilanciato  l'immagine della Serbia come cuore nel Movimento dei Paesi non Allineati  (organizzazione ancora formalmente esistente, ma che ormai non  si riunisce più, non  prende più iniziative comuni)  .

Il Presidente   cinese ha promesso  di investire   in  Serbia 200  milioni di euro per la costruzione di un ponte autostradale  sul Danubio,  e ha trattato Tadic con grande rispetto e  con segni di speciale  amicizia  per il popolo serbo. 

Tadic sta cercando di ricostruire un ruolo internazionale per la Serbia, a partire dal prestigio  della Jugoslavia  all'epoca del maresciallo Tito, negli anni '60 e '70,  in quanto  anima  del movimento dei paesi non allineati  nè con l'URSS nè con gli USA.  Nel frattempo il mondo è cambiato,  il concetto di 'paese non allineato'  non ha più base nella realtà,  ma  è un punto di partenza per  ricostruire una immagine  alla Serbia,  soprattutto  nei confronti dei paesi della ex-Jugoslavia,  divenuti indipendenti dagli anni '90 in poi  attraverso  una serie di guerre civili  anti-serbe sostenute  dall'Occidente.  

La Serbia è oggi un piccolo paese  di 8 milioni di persone,  privo di accesso al mare,  con alle spalle  oltre 15  anni di rapporti ostili  o semi-ostili  con i paesi  confinanti,  ed è   tenuto politicamente  a  distanza  dall'Unione Europea.  La tradizionale amicizia della Russia  serve poco, ora che la Serbia  è  circondata da  stati  integrati nell'Unione Europea. 

Tadic cerca dunque di  utilizzare in senso positivo la  situazione di  isolamento della Serbia nel contesto  Europeo,   promuovendo rapporti economici e diplomatici  con la Russia e con la Cina.   

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.