14
Maggio
2022
Stallo o ulteriore mobilitazione russa in Ucraina?

Secondo gli analisti militari, la Russia non è in grado di proseguire la guerra in Ucraina se non provvede rinforzi di uomini e di attrezzature. Occorre cioè una ‘escalation’, un incremento significativo di impegno, che richiede una forte coesione interna per affrontare il peso di altre perdite sia di persone che di ricchezza.

 

11
Maggio
2022
Guerra in Ucraina: a che punto siamo

Una varietà di fattori contribuisce alla durata di una guerra. Più piccolo è il campo di battaglia, meno soldati possono inserirvisi e, generalmente, più breve sarà la guerra. In Ucraina il campo di battaglia è sufficientemente esteso perché la guerra possa durare anni. Altrettanto importanti sono gli obiettivi. La Russia ha impostato la guerra sul presupposto che l’esercito ucraino fosse una forza trascurabile che poteva essere sbaragliata nell’avanzata e che per avere il controllo sull’Ucraina occorresse mirare subito all’invasione delle città, anche se le città sono difficili campi di battaglia, perché il vantaggio va al difensore, che conosce bene la sua città.

 

07
Maggio
2022
Gli apparati inceppati della Russia di Putin

La guerra in Ucraina sta rivelando disfunzioni e disorganizzazione non soltanto nel sistema di difesa russo, ma anche nell’organizzazione della propaganda. Raramente si hanno nella storia guerre lampo in cui un paese ne attacca un altro, vince in poche settimane e dopo aver vinto diffonde una propaganda mirata a giustificare moralmente e politicamente l’attacco agli occhi dell’opinione interna e internazionale, che però si basa fondamentalmente sulla forza del successo ottenuto. 

29
Aprile
2022
I Cristiani copti egiziani, una storia di esclusione e discriminazione

Due incidenti all’inizio di aprile 2022 hanno messo in evidenza la discriminazione che devono affrontare i Cristiani copti in Egitto. Ad Alessandria un sacerdote copto è stato accoltellato a morte. Una delle principali riviste egiziane ha pubblicato un controverso editto religioso contro i negozi che vendono cibo agli “infedeli”, implicito riferimento ai Copti, durante il Ramadan. I Copti in Egitto costituiscono la più grande concentrazione di cristiani nel mondo arabo, essendo circa il 10% dei quasi 106 milioni di abitanti del Paese. La parola “Copt” è sinonimo di “Egitto” e si è evoluta da “Hikuptah”, l’antico nome di Menfi, antica capitale dell’Egitto faraonico.

 

26
Aprile
2022
L’Africa può sostituire l’energia russa?

Il dibattito sull’abbandono del gas russo per altri fornitori, in particolare in Africa, non è nuovo. Il presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan incoraggiava l’Europa a farlo già nel 1981, quando era in costruzione il gasdotto Urengoy-Pomary-Uzhgorod dalla Russia all’Europa occidentale attraverso l’Ucraina. Reagan chiese all’Europa di non acquistare mai oltre il 30% del proprio fabbisogno energetico dall’Unione Sovietica e vietò alla General Electric Co. di esportare tecnologia e attrezzature in Unione Sovietica. L’Europa però seguì un’altra strada: la Germania occidentale e l’Unione Sovietica avevano importanti contratti per le infrastrutture del petrolio e del gas e nessuno dei due voleva rinunciarvi, mentre gli altri paesi europei avevano troppe poche opzioni per impegnarsi seriamente in altre scelte.

21
Aprile
2022
I primi riverberi della guerra in Ucraina sugli equilibri euroasiatici

Il primo riverbero della guerra sull’Unione Europa è lo spostamento a est del suo centro di gravità, in Polonia. La Polonia è il centro non soltanto delle operazioni di soccorso, ma anche delle operazioni NATO a sostegno dell’Ucraina. Si è installata in Polonia anche la 82a divisione aviotrasportata degli USA, che sta lavorando con le forze polacche che già da anni si addestrano con le forze corazzate statunitensi. La loro missione è impedire un’invasione russa della Polonia e, se ordinato, trasferirsi in Ucraina per ingaggiare e sconfiggere le forze russe. Essere base di forze USA rende la stabilità e la prevedibilità del paese un interesse strategico degli Stati Uniti. La geografia e gli interessi polacchi ora si collegano agli interessi americani in un rapporto stretto e forte.