Jirga e Talebani
i negoziati sono aperti?

10/06/2010

Il 4 giugno 2010 ventisei comitati composti da 1600 delegati (1400 locali e 200 stranieri) del Consiglio Nazionale Afgano della Pace, della Riconciliazione e del Reintegro – meglio nota come jirga – hanno presentato le conclusioni della conferenza di Kabul. Anche se la jirga ha iniziato i lavori sotto un attacco talebano (o forse proprio per questo?), la risoluzione finale pende chiaramente a favore dei Talebani.   Ecco alcune conclusioni: ·         amnistia per i Talebani che depongono le armi; ·         divieto dei programmi televisivi ‘non islamici’; ·         rimozione dei ribelli di vecchia data dalle liste nere degli Stati Uniti e dell’ONU.   I delegati hanno inoltre chiesto la chiusura delle basi militari NATO, come l’aeroporto di Bagram,   e il ritiro delle truppe americane entro una data da fissarsi. Tutte proposte favorevoli ai Talebani, con l’unica condizione che i Talebani recidano i legami con al Qaeda.   La conferenza però ha avuto molti critici. Il politico afgano Abdul Rashid Dostum e l’ex candidato alla presidenza Abdullah Abdullah non si sono presentati e hanno accusato Karzai di ‘aver selezionato solo quei candidati pronti ad appoggiare il suo piano di riconciliazione con i Talebani’. Karzai però ha avuto il consenso di ben 1400 funzionari locali, e gli stessi Dostum e Abdullah si sono dichiarati favorevoli a trattare con i Talebani.  Peraltro a febbraio lo stesso responsabile del Comando Centrale, David Petraeus, aveva annunciato che gli USA erano pronti a trattare con leader talebani come il Mullah Omar. La jirga non riuscirà a risolvere né con la forza né con l’autorità il conflitto fra governo e Talebani. La conferenza però rappresenta un referendum a favore della linea di Karzai e Stati Uniti, i quali  potranno così proseguire sulla strada dei negoziati con i Talebani grazie all’appoggio dell’opinione pubblica.

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.