Linguaggio e coreografie naziste
la suggestione di una religione laica

12/07/2010

La presentazione in calce offre una visione d’insieme dei miti e riti del nazismo, e dell’uso della lingua per dissimulare la realtà, per manipolarla o velarla.  

 

E’ da notare che il nazismo non fu la prima ideologia  messianica o totalitaria  ad usare radio, cinema, architettura, fotografia e ogni altra arte per  una massiccia propaganda politica volta a catechizzare le masse: i  nazisti imitarono gli esempi dei bolscevichi in Russia e dei fascisti  in Italia.

 

Possiamo sperare che l’indigestione di televisione e di cinema e di pubblicità degli ultimi decenni ci abbia fatto capire come questi mezzi di comunicazione ci manipolano, e ci abbiano resi capaci di difesa?

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.