Vietnam - il tasso d'inflazione
è il doppio del tasso di crescita del PIL.

12/04/2011

La crisi economica mondiale ha diminuito la possibilità di esportare delle industrie vietnamite, perciò l’incremento del PIL quest’anno sarà ‘soltanto’ del 5%, mentre l’aumento globale dei prezzi delle materie prime e dei prodotti agricoli ha portato l’inflazione interna al 14% rispetto a un anno fa. Il governo ha varato la Risoluzione 11, che limita il credito, aumenta il tasso di interesse, taglia i costi pubblici del 10%, nel tentativo di limitare l’inflazione.

Il pericolo è che si creino forti tensioni sociali. I contadini hanno visto il proprio potere d’acquisto fortemente intaccato negli ultimi mesi,  più della popolazione urbana, e sono particolarmente scontenti. Inoltre il paese ha bisogno di infrastrutture, non può bloccarne la costruzione senza arrestare lo sviluppo. La spesa pubblica non può essere contenuta davvero, dunque l’inflazione non sarà controllata facilmente e a breve.

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.