Si inaugura il terminal LNG
in Lituania

24/10/2014

Il 27 ottobre 2014 si inaugura il terminale per l’importazione e la rigassificazione di LNG (gas naturale liquefatto) a Klaipeda, in Lituania. Seguiranno alcuni mesi di rodaggio degli impianti. Nei primi mesi del 2015 inizierà l’attività commerciale: 540 milioni di metri cubi di gas liquefatto all’anno, acquistato dalla norvegese Statoil, verranno rigassificati e pompati nelle condutture. Si tratta di una quantità che copre all’incirca il 17% del consumo annuo di gas della Lituania. Il terminale potrebbe ricevere e trattare fino a 4 miliardi di metri cubi di gas l’anno, coprendo tutta la necessità del paese e anche larga parte delle necessità degli altri paesi baltici, ma prima dovrebbe essere rifatta o potenziata la rete dei gasdotti sul territorio.

Attualmente i Paesi Baltici dipendono totalmente dal gas russo, che pagano 500 dollari ogni 1000 metri cubi, molto più di quanto pagano gli altri paesi europei.  Nel 2016 la Lituania avrà la possibilità di rendersi largamente indipendente dal gas russo, pur con costosi investimenti, e la Russia dovrà abbassare i prezzi per rendere economicamente non convenienti tali investimenti. La Lituania vuole ottenere un prezzo massimo di 370 dollari ogni mille metri cubi, che è il prezzo praticato da Gazprom ai suoi migliori clienti. Gazprom si è già detta disponibile a concedere uno sconto del 20% dal prossimo maggio, portando il prezzo a 400 dollari, che è ancora molto alto.  

Il prezzo del gas liquefatto che verrà importato dalla Norvegia nel 2015 oscilla fra i 328 e i 366 dollari per mille metri cubi, perché il prezzo di ogni contratto è quello prevalente sul mercato al momento della firma del contratto. Il prezzo del contratto con Gazprom invece è fisso nel tempo, indipendentemente dall’oscillazione di mercato.  La Lituania e gli altri paesi che dipendono dal gas russo vogliono proprio ottenere che i prezzi di fornitura non siano prefissati per un lungo periodo, ma oscillino in base all’oscillare dei prezzi sul mercato internazionale.

 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.