Russia, Serbia e Bulgaria:
la dipendenza continua?

10/01/2015

Serbia e Bulgaria gravitano da secoli nella sfera d’influenza russa, culturalmente, politicamente ed economicamente. Negli ultimi anni Mosca ha utilizzato molto il sostegno economico – prestiti, acquisizioni di aziende strategiche, progetti energetici, investimenti – per influenzare la politica interna di entrambi i paesi. 

Ecco alcuni dati, per capire quanto i rapporti economici con la Russia siano importanti per i due paesi, che peraltro hanno economie modeste, in cui anche piccole cifre possono fare una grande differenza.

Bulgaria

-       Nel periodo gennaio-ottobre 2014 gli investimenti russi in Bulgaria sono stati pari a € 177 milioni – il 22% di tutti gli investimenti esteri effettuati nel paese.

-       Le aziende russe in Bulgaria – LUKoil, Gazprom e Promet Steel – contribuiscono al 25% delle tasse totali.

-       Il 18% delle importazioni proviene dalla Russia, mentre le esportazioni sono ferme al 2,6%

Serbia

-       Nel 2013 gli investimenti russi in Serbia sono stati di €45 milioni, pari al 5,8% del totale.

-       A partire dal 2013 la Russia si è impegnata a concedere prestiti fino a 1,3 miliardi di euro per coprire il deficit di bilancio e ammodernare le infrastrutture.

-       Gazprom è il socio di maggioranza della Petroleum Industry Serbia, che ha un patrimonio di circa €3 miliardi;

-       Grazie alla firma di un accordo di libero scambio, il 7% delle esportazioni serbe vanno in Russia, contro un 9% di importazioni.

-       La russa Sberbank ha una filiale in Serbia che ha un patrimonio di €839 milioni.

Inoltre entrambi i paesi sono fortemente dipendenti dal gas russo.

Ma la recente crisi economica russa, causata dalle sanzioni, dal bassissimo prezzo di petrolio e gas sul mercato internazionale e dal conseguente crollo del valore internazionale del rublo, obbliga la Russia a sospendere alcuni progetti, lasciando più spazio all’influenza dell’Unione Europea.

 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.