L’Unione Europea taglia i fondi alla missione in Somalia

07/07/2016

L’Unione Europea ha tagliato del 20% i finanziamenti alla missione AMISOM che dal 2007 ha in Somalia 22000 uomini per contrastare l’azione del gruppo islamista e terrorista al Shabaab ed evitare che si riaccenda la guerra civile che ha devastato la Somalia fin dagli anni ’90. I soldati della Missione AMISOM vengono da Kenya, Etiopia, Burundi, Gibuti e Uganda. Pare che non vengano pagati da mesi e che la missione possa collassare, venir ritirata. L’Uganda ha annunciato che ritirerà tutti i suoi uomini nel 2017. Il Kenya vuole chiudere i campi profughi allestiti sul suo territorio e rimpatriare tutti i Somali. Ma i paesi della regione hanno un forte interesse diretto a non permettere ad al Shabaab di rinforzarsi e di tornare a minacciare i loro territori e le loro popolazioni, perciò si spera che cambieranno idea, se si troverà il denaro per proseguire la missione.

Il prossimo agosto si dovrebbero tenere le elezioni in Somalia, da cui dovrebbe nascere un governo nazionale. Ma la sicurezza è ben lontana dall’essere garantita su tutto il territorio, nonostante la presenza delle truppe dell’AMISOM, e al Shabaab farà di tutto per impedire lo svolgimento delle elezioni. Per salvare la missione, si sta discutendo di devolverla all’ONU, che ne garantirebbe il prosieguo anche se alcuni paesi si ritirano e raccoglierebbe i finanziamenti necessari.

La Somalia controlla il canale di accesso dal mar Rosso all’Oceano Indiano, che è una delle arterie più importanti del commercio marittimo mondiale. I pirati somali fino a pochi anni fa assaltavano e sequestravano navi cariche di mercanzie, uccidevano gli equipaggi o chiedevano riscatti per la loro liberazione. Molti sono i paesi interessati a evitare un nuovo incendio lungo quella costa, perciò è probabile che i finanziamenti si troveranno. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.