Greci e Israeliani partner per l’energia

19/08/2016

La greca Energean sta per firmare il contratto di acquisizione dei diritti di sfruttamento dei giacimenti di gas Karish e Tanin, nelle acque di Israele (mappa cliccabile a lato). L’Energean è una piccola azienda energetica che opera soltanto in Grecia, nei Balcani e in Egitto. Il contratto prevede che il gas estratto sarà venduto in Israele, in concorrenza con la Tamar partnership, che attualmente ha in Israele una posizione quasi monopolistica. 

I due giacimenti sono piccoli, racchiudono complessivamente circa 60 miliardi di metri cubi di gas. Gli investimenti necessari per estrarre il gas e portarlo sulla costa si stimano in 900 milioni di dollari. Sono però vicini ai giacimenti di gas sotto i fondali marini della parte greca di Cipro, dove la Energean avrà un ruolo importante, per cui dovrà attrezzarsi tecnicamente e logisticamente per lavorare in quelle acque. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.