Soldati cinesi a Idlib? Ci mancavano!

10/08/2018

Cliccare sulla mappa per ingrandirla.

L’ambasciatore cinese in Siria ha dichiarato che la Cina è disponibile a combattere insieme all’esercito siriano contro i ‘terroristi’ a Idlib e in altre parti della Siria. È la prima volta che la Cina dà segno di voler entrare nei giochi politici in Medio Oriente. Nessuno sentiva la mancanza di un altro intervento straniero nella regione, che già vede la presenza di truppe russe, turche, iraniane, americane.

Ma un motivo c’è: a Idlib (mappa a lato) operano milizie armate del Turkistan Islamic Party (TIP) di etnia uigura, provenienti dalla regione cinese dello Xinjiang. La Cina vorrebbe essere certa che venissero uccisi tutti, per non vederli tornare nello Xinjiang. Il TIP ha il sostegno della Turchia, opera a fianco delle truppe turche che hanno occupato la provincia di Idlib.

La Russia ha promesso alla Turchia di tenere lontane le truppe di Assad e le truppe iraniane da Idlib, lasciando alla Turchia una zona di rispetto, da cui si sono ritirati anche i consiglieri americani. Si tratta tuttavia di una situazione temporanea, in attesa di concordare un nuovo assetto per la Siria, dopo che le ultime sacche di resistenza anti-Assad saranno sgominate.

 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.