Progetti didattici su Thinglink

16/11/2018

Cari amici docenti,

per favore guardate i progetti che abbiamo preparato per le scuole superiori utilizzando la piattaforma digitale Thinglink. Vi potrebbero essere utili ora oppure in seguito, con o senza i nostri interventi nelle classi.

Per ora gli argomenti sono quattro:

1)      Progetto Churchill - La storia della Seconda guerra mondiale, a partire dal discorso di Churchill agli italiani del 23 dicembre 1940

https://www.thinglink.com/channel/1072852911693758466/slideshow

 

2)     Churchill’s speech - La stessa storia della Seconda guerra mondiale, ma con il materiale tutto in inglese, da utilizzare per il CLIL

https://www.thinglink.com/channel/1105540559881109505/slideshow

 

3)     Italiani e Germanici - Un breve riepilogo dei rapporti geopolitici ed economici fra Italiani e Germanici nella storia

https://www.thinglink.com/channel/1119278957175242754/slideshow

 

4)     Italia chiama Europa’ - Percorso sull’Unione Europea, la storia della sua creazione e le tensioni che attualmente la percorrono

 https://www.thinglink.com/channel/1118532918881288196/slideshow

 

Dal punto di vista didattico, riteniamo che lavorare sulla piattaforma Thinglink abbia molti vantaggi.

a)      Si supera il libro di testo, perché le informazioni di base si trovano a video.

 

b)      Si rende interattivo l’apprendimento, perché lo studente è chiamato ad aprire i tag che offrono informazioni o approfondimenti, poi deve rispondere a uno o più questionari: dopo aver risposto può leggere i motivi per cui le sue risposte sono corrette oppure no.

A volte non si tratta di questionari, ma di sondaggi di opinione, le cui risposte aiuteranno i docenti a capire se si sono trascurati aspetti necessari per la comprensione dell’insieme.

 

c)       Si può far lavorare gli studenti in gruppi e abituarli a esporre gli argomenti in pubblico. Infatti raccomandiamo caldamente di dividere la classe in gruppi, ognuno dei quali approfondisce a casa una ‘stazione’ del percorso di apprendimento e si accorda per farne la presentazione alla classe. II gruppo si dividerà i compiti per la presentazione: chi presenterà una parte di contenuto, chi un’altra, chi farà fare ai compagni i questionari e raccoglierà le risposte. Tutti i componenti del gruppo risponderanno alle domande dei compagni, il docente potrà aggiungere altre domande e altre informazioni e – soprattutto − verificare che tutti abbiano capito i punti più importanti.

 

d)      Se il docente stila una tabella chiara e semplice di valutazione della presentazione da parte di ogni gruppo per chiarezza di esposizione, completezza delle informazioni di base, capacità di aiutare i compagni a capire, dopo la presentazione il gruppo stesso può auto-valutarsi davanti alla classe.

 

e)      In base all’esperienza che il docente farà con una classe, potrà modificare le stazioni, arricchirle, semplificarle, aggiungerne altre, creando uno strumento che di anno in anno diventerà sempre più completo, duttile, efficace – trasmissibile ad altri docenti e ad altre scuole, se lo si desidera. Noi abbiamo iniziato il lavoro sparando che sia utile a voi e agli studenti.

 

Chi di voi è interessato a uno dei progetti che proponiamo ci scriva: noi copieremo il materiale in una pagina riservata a lui/lei e alla sua classe e invieremo il nuovo link da utilizzare, in modo che sia possibile vedere le risposte di quella sola classe ai questionari e apportare eventuali modifiche al materiale soltanto per la classe specifica.

Siamo anche disponibili a venire di persona per avviare questi progetti direttamente con gli studenti, se la scuola non è troppo lontana da Torino.

 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.