Spinte separatiste
in Ucraina

12/01/2009

Il 23 dicembre i Ruteniani hanno chiesto alla Russia che gli venisse riconosciuta l’indipendenza. I Ruteniani sono un piccolo gruppo etnico slavo orientale che consta di circa un milione di individui, stanziati principalmente in Ucraina, ma anche in Romania e in Slovacchia.  Godono di un certo livello di autonomia in Ucraina, ma  hanno presentato nuove petizioni a Kiev chiedendo maggiori diritti.  Ora hanno deciso di rivolgersi alla Russia affinché riconosca loro il diritto all’indipendenza – proprio come nel caso dell’Ossezia del Sud e dell’Abkhazia.   Non è una scelta casuale: nell’ultimo periodo Mosca infatti ha finanziato i movimenti secessionisti della regione, specialmente dopo il riconoscimento dell’indipendenza del Kosovo dalla Serbia, fatto che aveva suscitato la disapprovazione della Russia. Il governo russo inoltre ha fatto pressione sui Ruteniani per destabilizzare il governo dell’Ucraina. La minoranza si trova in un territorio strategico: qui passano infatti le principali linee che trasportano il gas verso l’Europa.   La Russia però non ha ancora espresso un parere: da un lato potrebbe accogliere le richieste separatiste, oppure potrebbe siglare un patto con gli Ucraini per sedare le spinte centrifughe, a patto di trascinare Kiev nella propria sfera d’influenza. Presto avremo una risposta.

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.