La rivalità interna ad Hamas e il ruolo dell'Iran

12/10/2009

10 febbraio 2009
 
La recente crisi di Gaza ha mostrato chiaramente il modo in cui l’Iran si serve  di Hamas per continuare a interferire nella politica regionale degli Arabi.
 
Alcuni siti d’informazione sostengono che dopo l’offensiva israeliana contro Gaza si è aperta una frattura tra le due leadership di Hamas: quella in esilio a Damasco, quella a Gaza. I leader di Hamas a Gaza sono scontenti del comportamento di Meshaal, che rifiutava di firmare la tregua mentre i dirigenti di Hamas a Gaza continuavano a essere bombardati. La leadership di Gaza dipende finanziariamente da Meshaal e dall’Iran, ma recentemente ha manifestato segni di insoddisfazione.
 
Meshaal dal canto suo ha perso fiducia nella leadership di Gaza e vorrebbe assumere la guida di un movimento palestinese islamista più vasto, capace di infiltrarsi anche in Cisgiordania.  L’Iran pare disposto a sostenerlo in questa sua impresa destabilizzante, anche a costo di interferire con le decisioni e gli interessi di Hamas a Gaza.
Questa mossa potrebbe però rivelarsi un’arma a doppio taglio per Teheran: Meshaal al momento non sa come entrare nei Territori Palestinesi e inoltre, in caso di rottura definitiva, la leadership palestinese di Gaza potrebbe ribellarsi all’Iran.
 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.