La Russia
accerchia l'Uzbekistan

17/07/2009

Il 9 luglio 2009 il governo kirghiso ha dato il permesso alla Russia di aprire una seconda base militare nel paese sotto l’egida dell’Organizzazione per il Patto di Sicurezza Collettiva (CSTO). La base sorgerà a Osh, sul confine con l’Uzbekistan.   È in atto una manovra di accerchiamento dell’Uzbekistan da parte della Russia. L’Uzbekistan è il paese più popoloso e compatto dell’Asia centrale, ha due grandi fiumi e si trova al centro della rete ferroviaria e stradale della regione. Inoltre è indipendente dal punto di vista sia alimentare che energetico (anche se metà delle esportazioni di gas dall’Uzbekistan sono di fatto controllate dalla Russia).   Tashkent ha un governo stabile e coerente. Anche in passato l’Uzbekistan è stato meno assoggettato alle politiche sovietiche rispetto ai suoi vicini.  L’Uzbekistan è il fulcro dell’Asia centrale ed il Cremlino non vuole che acquisti un livello di indipendenza troppo alto.  

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.