Afghanistan: ora sono tutti amici dei Talebani!

18/03/2018

Cliccare sulle mappe per ingrandirle.

 

In Afghanistan l’alleanza fra gli Iraniani e i Talebani è ormai consolidata, nonostante le differenti appartenenze religiose e nonostante l’Iran sia anche un solido alleato del governo afghano, contro cui i Talebani si ribellano.

L’influenza iraniana in Afghanistan è millenaria. La popolazione afghana parla il farsi o il pashtun, entrambe lingue di ceppo persiano. L’Afghanistan ha spesso fatto parte dell’Impero Persiano nella storia. Una delle legioni straniere dell’Iran in Siria, la Brigata Fatemiyoun, è composta di rifugiati afghani, le cui famiglie vivono in Iran da anni, e di membri della minoranza hazara in Afghanistan. 

Teheran e Kabul hanno progetti economici comuni, il più importante dei quali è lo sviluppo del porto di Chabahar, sulla costa iraniana del Golfo, inaugurato a fine dicembre 2017, che aprirà all’Afghanistan un accesso al mare alternativo al transito lungo tutto il Pakistan.

Dal 2015 Daesh (o ISIS) persegue la creazione dello Stato Islamico in Khorasan, regione storica che dall’Afghanistan si estende sull’est dell’Iran e sull’Asia centrale (mappa a lato).

Le legioni internazionali dell’ISIS sono attivamente presenti in Afghanistan (mappa a lato), e a contrastarle non ci sono soltanto le forze del governo, ma anche i Talebani. Così per timore dell’ISIS ora non soltanto l’Iran ma persino gli USA sono disposti ad accettare che i Talebani abbiano un ruolo nel governo dello stato! Persino la Russia − si dice − sta fornendo petrolio ai Talebani che combattono contro l’ISIS nelle montagne del nord dell’Afghanistan, vicino alla frontiera con il Turkmenistan. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.