La Russia si rafforza nelle Kurili

07/12/2020

Cliccare sulle immagini per ingrandirle.

 

A inizio dicembre 2020 la Russia ha installato sistemi di difesa missilistica S300 a Iturup, una delle quattro isole Kurili contese fra Russia e Giappone dalla fine della Seconda guerra mondiale. Il Giappone ha presentato una protesta formale.

Negli ultimi anni il governo russo ha sviluppato sull’isola molte infrastrutture e vi ha già installato cacciabombardieri e missili anti-nave. Nel mese di novembre per la prima volta dalla fine della Guerra fredda la marina russa ha bloccato navi americane nel Golfo di Pietro il Grande, su cui si affaccia il porto di Vladivostock. Si tratta di navi che compiono abitualmente ronde nei mari contesi o poco battuti dalle flotte commerciali, per verificarne la libertà di navigazione.

L’affermazione di forza dei Russi è da vedere all’interno dei cambiamenti previsti nei trasporti marittimi globali, ora che le acque dell’Artico stanno diventando navigabili tutto l’anno, grazie al riscaldamento globale. Il controllo delle acque e delle coste del nord Pacifico e dell’Artico sta per diventare una delle chiavi per il controllo delle rotte del commercio globale, come mostra la mappa accanto. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.