La sentenza sulle Spratleys

15/07/2016

Sollecitata nel 2013 dal ricorso delle Filippine, la Corte Permanente di Arbitrato dell’Aja ha decretato che non ci sono le basi legali per cui la Cina possa rivendicare diritti sulle acque circoscritte dalla cosiddetta ‘nine-dash line’ (‘linea a nove tratti’, visibile nella mappa a lato). La linea che storicamente la Cina usa per delimitare l’area del Mar Cinese Meridionale sulla quale avanzare diritti di pesca e di esplorazione sarebbe infatti in contrasto con l’UNCLOS (Convenzione delle Nazioni Unite sul Diritto del Mare), di cui la Cina è firmataria.

Anche se non si è espresso sulla spinosa questione della sovranità delle ‘isole Spratleys’ – contese tra Cina, Filippine, Taiwan, Vietnam e Malesia – il tribunale ha stabilito che il Reed Bank, oggetto dell’attuale sentenza e parte delle Spratleys − sono scogli e non isole, perciò non possono dar luogo a una zona economica esclusiva, come rivendicato dalla Cina. La ‘zona economica esclusiva’ è la porzione di mare adiacente alle acque territoriali − fino a 200 miglia dalla costa − in cui lo stato costiero ha il diritto esclusivo di esplorazione e sfruttamento delle risorse naturali. Se le Spratleys sono scogli e non isole, ai fini del Diritto del Mare sono da considerarsi acque, non terre. Poiché quelle acque ricadono all’interno di 200 miglia dalla costa delle Filippine, gli scogli delle Spratleys sono nella zona economica esclusiva delle Filippine.

Pechino ha dichiarato apertamente di non accettare il verdetto della Corte, ritenuto senza valore. La sua reazione non ha sorpreso nessuno, dato che da mesi cerca di delegittimare la Corte, sostenendo che non abbia l’autorità per giudicare. La Corte dell’Aja non dispone di strumenti coercitivi per rendere esecutiva la sentenza, dunque è probabile che, almeno nell’immediato, la situazione non cambi. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.