Le leggi razziali italiane

26/09/2017

Cliccare sull'immagine per ingrandirla

Fin dal 1936 i giornali di regime avviarono una campagna di denigrazione e disprezzo verso gli Ebrei, che gli Italiani attribuirono alla volontà di Mussolini di allearsi con la Germania hitleriana. Nel 1938 comparvero le prime di una lunga serie di leggi, decreti e provvedimenti amministrativi che tolsero ai cittadini ebrei diritti, beni e possibilità di lavoro (si veda l’immagine a lato, cliccando per ingrandirla).

Comparve anche nelle edicole la rivista ‘La Difesa della Razza’, che riversava sugli Italiani ondate di articoli antisemiti. 

Lascia un commento

Vuoi parteipare attivamente alla crescita del sito commentando gli articoli e interagendo con gli utenti e con gli autori?
Non devi fare altro che accedere e lasciare il tuo segno
Ti aspettiamo!

Accedi

Non sei ancora registrato?

Registrati

I vostri commenti

Per questo articolo non sono presenti commenti.